Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

venerdì 10 maggio 2013

Lettera aperta di Legambiente Eolie: "Avviare un confronto vero e concreto sulle prospettive future dello sviluppo delle Isole Eolie"

Al Presidente del Consiglio Comunale di Lipari
 Al Signor Sindaco del Comune di Lipari

Oggetto: lettera aperta
Le notizie che arrivano da Palermo,con l’impugnazione dell’emendamento proposta dall’Amministrazione Giorgianni, non sono incoraggianti, tuttavia, è proprio in questi casi che bisogna aprire, nella nostra comunità, un’ampia riflessione.
Se da un lato bisogno lasciare all’amministrazione i propri spazi per come dichiara lo stesso sindaco: "Il provvedimento normativo, che oltre al ticket prevede corsie preferenziali su sanità, trasporti e riserva marina, è un'altra cosa che andrà avanti ugualmente , si spera fino ad un decreto legge", dall’altro lato chiediamo al consiglio comunale, organi di indirizzo politico di avviare un confronto vero e concreto sulle prospettive future dello sviluppo delle Isole Eolie.
Legambiente, proprio alla luce dei recenti fatti (e dell’approvazione da parte della Regione Siciliana del Piano di Gestione della aree SIC/ZPS Isole Eolie, affidato alla Provincia Regionale di Messina), ritiene che lo sviluppo eco-sostenibile del nostro territorio, con la possibilità di creare lavoro ed occupazione per la nostra comunità, non possa disgiungersi dal riproporre in maniera seria e ponderata l’istituzione del Parco Nazionale terrestre e marino delle Isole Eolie.
Parliamo di un parco che preveda una gestione diretta da parte delle amministrazioni e delle nostre comunità (anche con l’abolizione degli enti gestori delle riserve naturali orientate assolutamente inefficaci).
Un parco concertato (sia nel regolamento, sia nella perimetrazione) con i consigli comunali, un parco che dia alla nostra comunità la possibilità di regolamentare l’afflusso dei barconi nei mesi estivi; un parco che ci consenta di incentivare il turismo nei mesi di bassa stagione, attraverso il trekking, le navi da crociera, il turismo culturale, non strettamente legato al sole ed al mare, all’attivazione del Parco Archeologico delle Isole Eolie.
Attraverso il parco possiamo provare ad intercettare risorse comunitarie per gli interventi sul territorio, che in atto le asfittiche casse del Comune non sono in grado di sostenere, ripristinando sentieri, realizzando parchi tematici (dal Parco Geo-minerario della Pomice, al Parco del Caolino, alla sentieristica nelle isole di Filicudi, Alicudi e Panarea, altre isole ed all’accesso ai vulcani nelle isole di Stromboli e Vulcano) ed consentendoci di bigliettare gli ingressi nei diversi parchi come si fa un tutte le parti della nostra Nazione.
Occorre un indirizzo di medio periodo che ci consenta, come comunità, di ridefinire la nostra immagine all’esterno, di concretizzare il titolo di “Patrimonio dell’Umanità”, che offra alle nostre giovani generazioni occasioni di lavoro e di occupazione. Rinviare, attendere chissà cosa, non è più proponibile.
Noi siamo disponibili ad un confronto serio e costruttivo sullo sviluppo eco-sostenibile del nostro territorio e, attraverso questa lettera, vogliamo avviare questo confronto nell’augurio che il consiglio comunale decida di riaprire questa discussione.
Cordiali saluti.
Il Presidente del Circolo
Dott. Giuseppe La Greca

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.