Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

domenica 19 luglio 2009

Caccia, al via il 3 settembre Tar: sì al calendario venatorio

Quasi integralmente rigettate le istanze di sospensiva proposte da Wwf, Legambiente, Lav e altre associazioni ambientaliste contro il calendario venatorio 2009-2010. La caccia si aprirà regolarmente il 3 settembre secondo il calendario venatorio; salve anche la caccia alla lepre e alla beccaccia sino al 14 gennaio.
Il Tar palermitano respingendo per il resto le censure ambientaliste, ha sospeso il calendario unicamente «nella parte in cui non prevede espressamente il divieto di caccia lungo le rotte di migrazione dell'avifauna, in buona parte corrispondenti a Zps, come individuate dalle disposizioni in atto vigenti». Il legale messinese avv. Nunziello Anastasi, che ha difeso le associazioni.
Ascn, Federazione italiana della caccia, Associazione nazionale libera caccia, Arci, Consiglio siciliano, Anuu, Anlc, Anca, Enalcaccia, si dichiarano molto soddisfatti del risultato.
«Malgrado non appaia del tutto chiaro il generico richiamo da parte del Tar alle "disposizioni vigenti", considerato altresì che l'Istituto superiore di protezione ambientale non ha indicato alla Regione Sicilia le rotte migratorie, si può affermare che il divieto potrebbe nella peggiore delle ipotesi coinvolgere una fascia di cinquecento metri dalla costa, e però limitatamente alle direttrici di migrazione degli uccelli già individuate dal Piano regionale faunistico venatorio. La caccia in ogni caso è salva nel resto del territorio, sin dal 3 settembre».
notizia del 19/07/09
a cura di Salvatore Sarpi