Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

giovedì 23 giugno 2011

Panarea. Operazione di polizia marittima a Calajunco e domani si decide per Filicudi

Operazione di polizia marittima oggi pomeriggio nella baia di Calajunco a Panarea ad opera del Circomare Lipari-Guardia Costiera. Gli uomini del comandante Giuseppe Donato sono intervenuti elevando alcuni verbali di 344 euro ad alcuni diportisti che, in violazione dell'ordinanza vigente, erano in sosta ed ancorati all'interno della baia.
Domani, invece, su iniziativa del comandante Giuseppe Donato, sarà effettuato a Filicudi un sopralluogo congiunto tra la stessa Autorità marittima, il comune di Lipari e il Genio civile opere marittime. Obiettivo verificare se vi sono le condizioni di sicurezza necessarie nello scalo principale dell'isola per una "convivenza" tra il traffico passeggeri e commerciale e i lavori in corso. Ove queste non sussistessero si potrebbe arrivare alla chiusura dello scalo e bisognerebbe cercare soluzioni alternative.
D'altronde è impensabile si possa impunente mettere a rischio la pubblica incolumità.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.