Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

martedì 7 agosto 2012

Lipari, ticket di 4 euro per l'ingresso nell'acropoli

(Peppe Paino) Lipari- Quattro euro di ticket per l’accesso dei non residenti all’acropoli e quindi all’interno del castello di Lipari. Questa la proposta che la maggioranza consiliare si appresta a votare domani nell’ambito- tra i punti all’ordine del giorno- della convenzione per la “costituzione e disciplina del sistema musei e luoghi di culto del castello di Lipari”. I quattro euro di incasso (ma la tariffa potrebbe scendere a tre euro) per ogni accesso sarebbero suddivisi tra il Comune, la Curia e il museo archeologico regionale Bernabò Brea dove , va ricordato, l’ingresso costa già sei euro per i non residenti; un euro per i residenti nella Provincia di Messina ( gratis under 18 e over 65). Per tuffarsi nella millenaria storia di Lipari, dunque, a meno di improbabili sorprese, bisognerà pagare come , del resto, ormai avviene ovunque per l’accesso a qualsiasi sito di particolare interesse o pregio. Nel caso del castello di tratta di un’area sulla quale insistono più competenze che necessitano, ovviamente, di risorse per la cura e la manutenzione delle splendide chiese, dei parchi, e delle zone archeologiche. Il ticket per l’accesso al castello impedirà il traffico selvaggio all’acropoli soprattutto dei “mordi e fuggi” della domenica o di quelli provenienti con le motonavi per minicrociere dalla costa tirrenica sicula e calabra; che , evidenzia l’assessore al bilancio Giacomo Biviano “sbarcano, spesso, sull’isola convinti di aver acquistato un pacchetto comprendente anche la visita al museo quando, invece, si tratta di un semplice passeggiata all’interno del castello e delle sue aree libere. Ciò, anche per motivi di tempo”. Quello per l’accesso al castello, tuttavia, non sarà l’unico balzello in discussione: il Consiglio, infatti, darà sicuramente il via libera anche alla tassa di sbarco di 0,50 cent in aggiunta, fino a quando resterà in vigore, al ticket di sbarco per l’emergenza turistica di un euro. Un obolo , quest’ultimo, che, comunque, dopo l’approvazione della tassa di sbarco, di concerto con la Protezione civile, avrà vita breve a favore dell’imposta voluta dal governo Monti; già adottata, particolare non di poco conto, nell’arcipelago, dal comune di Santa Marina Salina ma non da quello di Leni, contrario alla tassa con la conseguenza che a Salina, sbarcare a Santa Marina , costa di più. Si pone, però, a questo punto il problema della tassa di sbarco interisole: il turista che da Lipari vuole raggiungere Santa Marina deve pagare un altro euro e cinquanta centesimi ? La maggioranza, da quanto si apprende, presenterà un emendamento per evitare che ciò accada invitando il Comune salinese a fare altrettanto per chi da quell’isola volesse visitare Lipari. Tra gli, argomenti in discussione da segnalare “l'approvazione del regolamento del gruppo comunale di volontariato della Protezione civile”. I “rumors” isolani indicano a tal proposito, l’esistenza di un corposo elenco di giovani reclutati senza nessuna pubblicità.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.