Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

martedì 28 gennaio 2014

Verso il 31 gennaio - Festa dei giovani. Riflettiamo insieme su questa realtà: “SI È SPENTO IL SACRO FUOCO DELLA MISSIONE SACERDOTALE?”

Il Centro Giovanile non è solo un luogo per giocare, ma principalmente è una realtà cristiana. Ciò che infatti la caratterizza non è tanto il suo aspetto più conosciuto poichè più visibile, ossia la sala ricreativa, ma quanto la frequenza dei ragazzi alla messa domenicale e agli incontri di catechesi. Quello che noi animatori cerchiamo di fare è di portare questi ragazzi alla Chiesa. Ma in tutto questo lavoro ci chiediamo: dove e come la Chiesa cerca i giovani? Sicuramente non è facile parlare di fede oggi dove tutto ciò che conta è l’avere, più che l’essere. E sembra che anche la Chiesa sia stata contagiata in questo: è bello avere tanti giovani che animano la novena, è bello avere un recital, è bello pavoneggiarsi di fronte al mondo con la presenza e l’entusiasmo dei ragazzi che aderiscono a queste attività…ma dove sono i sacerdoti? Siamo consapevoli che non possiamo chiedere ai sacerdoti presenti sulla nostra isola di fare più di quello che già fanno: le esigenze dei fedeli sono tante e loro sono in pochi. Ma allora chi si deve occupare della spiritualità di questi ragazzi? Chi può ascoltare le loro mille domande i loro dubbi e le loro critiche sulla Chiesa stessa? Una Chiesa che non si occupa dei giovani, che non mette al primo posto la loro crescita spirituale è una Chiesa destinata a rimanere vecchia. C’è sempre più bisogno di esempi concreti per i ragazzi: basta con le parole ci vogliono i fatti, ci vogliono sacerdoti che spendono il loro tempo in mezzo ai giovani, che abbiano voglia di condividere ore intere con loro, che abbiano voglia di giocare con loro e soprattutto di parlare. Se questo non accade perché ci meravigliamo che dopo la prima comunione i ragazzi scompaiono dalle chiese?
Alla prossima puntata dal titolo “IL BALLETTO DELLE RESPONSABILITÀ ”
Gli animatori del Centro Giovanile di Lipari.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.