Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

lunedì 27 gennaio 2014

POVERTA’: CARITAS DIOCESANA DI MESSINA-LIPARI-S.LUCIA DEL MELA: "AUMENTANO RICHIESTE PER PAGAMENTO BOLLETTE"

La Caritas diocesana di Messina-Lipari-Santa Lucia del Mela ha reso noto il bilancio delle somme impiegate nel 2013: più di 110.000 euro spesi attraverso il Centro di ascolto diocesano; 41.000 euro per interventi in favore della disabilità; 110.000 euro per i senza dimora; 18.000 euro per gli immigrati; 5.000 euro per i tossicodipendenti. “Un contributo importante per alleviare vecchie e nuove povertà”, spiega il direttore padre Gaetano Tripodo. “Povertà che si assommano, s’incrudeliscono, s’ingrandiscono. E su tutto il dramma della mancanza di lavoro e della perdita dell’occupazione da parte di padri e madri di famiglia, che fino a qualche tempo fa potevano contare su piccole entrate, e che oggi, letteralmente, non sanno come andare avanti”. Da qui l’aumento delle richieste di sostegno economico, anche per bisogni elementari come il pagamento dei canoni d’affitto e delle bollette, l’acquisto di farmaci e libri scolastici. “Una situazione - aggiunge padre Tripodo - che sta erodendo nel disagio e nel dolore anche i rapporti umani, minando alla base la tenuta psicologica di tanti cittadini”. A questo si accompagna il fenomeno del gioco d’azzardo patologico, al quale la Caritas dedica il biennio d’impegno appena avviato. “Il nostro metodo, preminentemente educativo - ricorda padre Tripodo - non si limita all’aiuto concreto, ma mira alla presa di coscienza e all’assunzione di responsabilità, in prospettiva futura”.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.