Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

mercoledì 28 agosto 2013

Il 2 Settembre Beatificazione del Servo di Dio Mons. Antonio Franco

Martedì 27 agosto, presso la cappella S. Maria all’Arcivescovado, è stato presentato alla stampa l’evento della Beatificazione del Servo di Dio Mons. Antonio Franco, Prelato Ordinario ed Abate di S. Lucia del Mela che si svolgerà il prossimo 2 settembre nella Basilica Cattedrale di Messina.
 Erano presenti alla conferenza oltre all’Arcivescovo Mons. Calogero La Piana, il Vicario Generale, Mons. Carmelo Lupò e don Giuseppe Lonia, Direttore dell’Ufficio Diocesano per le Comunicazioni Sociali.
Si tratta di un evento storico - ha sottolineato Mons. La Piana - la prima beatificazione della nostra Chiesa (anche se nel 1988 Giovanni Paolo II aveva proclamato santa la nostra Eustochia Calafato); un dono di grazia che accogliamo con gioia e vogliamo valorizzare per stimolare il nostro cammino di fede”.
Il processo di beatificazione comporta il riconoscimento, attraverso un processo, di una condotta di vita eroica delle virtù cristiane e di almeno un miracolo attribuito all’intercessione del beato. Nello specifico, i due decreti emessi rispettivamente il 14 gennaio 2011 e il 20 dicembre 2012, attestano che il Servo di Dio Mons. Franco si è distinto per una vita dedita alla promozione della giustizia e ad un rapporto col Signore esemplare, che si esprimeva attraverso la penitenza e la carità verso il prossimo. Si attribuisce, inoltre, il miracolo d’inspiegata guarigione di una donna da un cancro allo stomaco.
La sua vita santa - ha proseguito il nostro Presule - riconosciuta dal popolo cristiano e, oggi proclamata autorevolmente, illumina di grazia e speranza il nostro cammino, sulle orme della Parola, in quest’anno della fede che volge a conclusione. Guardando a lui e venerandolo Beato con culto liturgico, ricorderemo i doni di Dio e ci impegneremo costantemente a crescere in una fede autentica, operosa nella carità e nella giustizia”.
 Subito dopo, ha preso la parola il Vicario Generale per spiegare il lungo e complesso iter che porterà alla proclamazione di Mons. Antonio Franco nella schiera dei beati. A tale scopo, infatti, è stata istituita una commissione tecnico-religiosa che si è occupata, dopo l’emissione dell’ultimo decreto, della ricognizione del corpo e della successiva verifica dello stato.
Le spoglie, che saranno svelate pubblicamente il prossimo 2 settembre, rimarranno nella nostra Basilica fino al 13 settembre. Giorno 15, invece, con una solenne processione, verranno portate a S. Lucia e ricollocate nel Duomo, nel sito originario, sotto l’altare del Crocifisso, luogo che è stato debitamente restaurato.
La celebrazione con il Rito di Beatificazione, semplice ma suggestiva, verrà trasmessa in diretta dall’Ufficio diocesano per le Comunicazioni Sociali e sarà visibile sul canale video di TELEPACE, su alcune emittenti locali e, in streaming-video, sul sito diocesano (www.diocesimessina.net).

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.