Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

domenica 25 agosto 2013

Per l'Amministrazione Comunale è arrivato il tempo di recuperare le occasioni perdute (di Angelo Sidoti)

Finita anche quest'anno la festa del Nostro Santo Patrono, veramente bella di questo va dato atto, si ritorna alla vita di tutti i giorni.
Ormai per noi vacanzieri non ci resta altro che ritornare a lavoro, mentre per l'Amministrazione Comunale è arrivato il tempo di recuperare le occasioni perdute prima che sia troppo tardi.
Bisogna definire nuove priorità di sviluppo del territorio fissando obiettivi ambiziosi sia sul quotidiano che sul lungo periodo. Il tema Programmazione più volte ripetuto in diverse interviste non è stato mai messo in atto o almeno non vi sono segni tangibili di applicazione di tali strumenti.
Prima di tutto il bilancio comunale, vedi lettera del Ragioniere Generale. Bilancio di previsione da approvare entro il 30 settembre 2013 (differimento del termine iniziale del 30/06/2013), tra mille problemi: 1) situazione di squilibrio?? L'Amministrazione su questo punto non ha fornito alcun chiarimento 2) delibera di dismissione delle partecipazioni in società partecipate ai sensi di legge “il tempo sta per scadere” 3) copertura debiti fuori bilancio di vecchia e di nuova formazione 4) recupero dell'evasione totale o parziale 5) attività di riscossione di imposte e tributi.
Il nostro Sindaco punta molto sulla tassa di sbarco per incrementare le proprie entrate e creare nuove disponibilità da reinvestire nello sviluppo o riqualificazione del settore turistico nel nostro territorio. Ci riuscirà?
Ormai in tutta Italia dalle Isole alle Città d'arte viene applicata la tassa di soggiorno (sono n.513 i comuni che hanno già deliberato l'applicazione di questa tipologia di tributi), tra questi anche Taormina, Viareggio, Rimini, Riccione. Il costo di tale tassa è diverso a secondo la tipologia di struttura (Albergo, Agriturismo, B&B e Campeggio) e la categoria. Quali sono i motivi che inducono questa Amministrazione a non considerare l'applicazione di tale tassa? Si ha timore della categoria di albergatori e affini? Spero che qualcuno non mi parli di incidenza del costo sul prezzo di vendita in quanto misura massima di tale tributo è di Euro 5 (per una albergo cinque stelle) e di Euro 0,70 quella minima per i Camping.
Allo stato nell'Isola di Capri viene applicata la tassa di sbarco di Euro 1,50 a persona per chiunque approdi sull'isola anche per una visita “mordi e fuggi”mentre gli stanziali sono esenti. La stessa viene considerata più efficace rispetto alla tassa di soggiorno e gli incassi registrati sono stati di circa 1,3 mln (Capri 850 mila Anacapri 450 mila).
Ma mi domando: a cosa serve creare nuove tasse se poi “non siamo in grado di garantirne l'effettivo incasso”? Mandiamo il Vice Sindaco a fare l'ispezioni o facciamo ricorso ad azioni giudiziali per ottenere quelle somme che invece regolarmente ogni mese dovrebbero arrivare nelle casse comunali.
Ritengo che tutti i Consiglieri devono aprire molte bene gli occhi questa volta quando saranno chiamati ad approvare il rendiconto contabile del Comune: sull'ammontare dei crediti residui, sullo stato di riscossione dei tributi (prima di tutto Tassa Rifiuti e Idrico), sullo stato del contenzioso ed i potenziali debiti fuori bilancio di vecchia e nuova formazione, sullo stato delle società partecipate che si trovano sempre in una situazione di perenne installo (fantomatiche prospettive di ripresa al momento garantite dal Nulla).
E vorrei dire tanto e tanto altro sul tema ma preferisco aspettare, sempre se verrà reso pubblico (altri Comuni d'Italia lo fanno da anni), la relazione al Rendiconto da parte dei Revisori del Comune di Lipari ed il fantomatico Referto sul Controllo di Gestione più volte richiesta al Portavoce.
Per quanto riguarda le altre questioni importanti: Bene il primo passo di costituzione di un tavolo tecnico sul tema depuratore sempre che non venga utilizzato come strumento per scaricare i problemi in ballo su altro organo non politico, sul tema Tribunale vedo solo fascicoli in partenza, sul tema Ospedale raccolgo un senso di rassegnazione..
In questo periodo di vacanza ho raccolto alcuni inserti pubblicati sulle diverse riviste:
a) Erosione delle spiagge. Argomento di attualità per noi vedi Sabbie Nere Isola di Vulcano. Il 42% dei quasi ottomila chilometri di coste italiane è in corso di erosione.
b) Un caso di strategie Comuni per il rilancio di alcune località turistiche. Parlo delle Dolomiti Unite sotto il marchio dell'UNESCO, attraverso la propria Fondazione.
c) Un messaggio lanciato dall'Assessore Stancheris ovvero ripartire “dal Marketing Territoriale”. Anche se mette in evidenza tutte le criticità dei Distretti Turistici il cui Bando si è chiuso a Luglio e si spera di definire il tutto entro dicembre.
d) L'argomento “trasparenza” a molti di Noi molto caro. Regolamento numero 1/2013 che entrerà in vigore entro il 18/10/2013.
Insomma tutti argomenti su cui riflettere e prestare attenzione.
Buon lavoro ed arrivederci a presto.
Angelo Sidoti

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.