Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

mercoledì 7 ottobre 2009

Lipari: A Porticello strada provinciale quasi "in sospeso" sulle voragini

Prosegue anche stamattina l'intervento della ditta Pittari e figlio di Lipari nella cava di Porticello per ricreare le condizioni ideali per eliminare il rischio idro-geologico venutosi a creare a mezza costa per via di una frana.
Intanto si aggrava sempre più la situazione sull'arteria stradale che si sviluppa prima dell'area di cava.
Le voragini, venutesi a creare(lato mare) proprio in prossimità dei due ponti e da noi evidenziate oltre un anno fa, si sono ulteriormente "dilatate".
Come visibile dalle tre foto scattate ieri tra la voragine e il muro su cui poggia la strada non ci sono più di cinquanta centimetri. Inutile dire che il rischio è elevato e che interventi non sono più procrastinabili.