Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

giovedì 6 agosto 2009

Salina: Revocato il divieto di dimora a Santa Marina per il giovane Pagoto. Il Tdl accoglie istanza dei legali Barbera e Bongiovanni

Il Tribunale del Riesame di Messina (Presidente Faranda, a latere Sicuro e Zumbo), accogliendo integralmente il ricorso presentato dagli avvocati Filippo Barbera e David Bongiovanni del Foro di Barcellona, ha disposto la revoca di ogni divieto imposto in precedenza dal Tribunale di Lipari al giovane Simone Pagoto, 31 anni, di Santa Marina Salina, che torna quindi libero da ogni obbligo. Il Pagoto era stato arrestato in flagranza lo scorso 19 luglio da appartenenti alla Capitaneria di Porto della Delegazione di Spiaggia di Salina con le gravi accuse di violenza e minaccia a pubblico ufficiale e lesioni personali ad un pubblico ufficiale. Secondo l’accusa, infatti, il giovane marinaio, infuriato per i danni causati alla sua imbarcazione dal maltempo, si era recato a protestare presso gli uffici della delegazione di spiaggia e – dopo aver chiesto del locale comandante Antonino Brancato – lo aveva dapprima più volte pesantemente insultato e minacciato e, successivamente, anche aggredito ferocemente a schiaffi, tanto da provocare varie lesioni al malcapitato sottufficiale, poi costretto a rivolgersi ai medici del 118 in servizio sull’isola. Immediatamente tratto in arresto e condotto presso il carcere di Gazzi, già il giorno successivo, a seguito dell’udienza tenutasi presso il Tribunale di Lipari, il Pagoto - che nell’intera vicenda è stato assistito dagli avvocati Barbera e Bongiovanni – dopo la convalida dell’arresto, era stato subito scarcerato dal Giudice con il solo divieto di dimora nel comune di Santa Marina Salina. Contro tale ordinanza i legali del Pagoto hanno comunque proposto ricorso al Tribunale della Libertà che, accogliendolo pienamente, ieri ha quindi “cassato” il provvedimento del Tribunale di Lipari e restituito la piena libertà al giovane e “focoso” marinaio, liberandolo da ogni vincolo in attesa della conclusione del processo per direttissima, prevista per il novembre prossimo.