Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

giovedì 6 agosto 2009

Federalberghi Eolie: "Ringraziamo il Presidente Napolitano per aver scelto la Laurana. Non condividiamo le scelte del Governo"

Mentre il Presidente della Repubblica si riposa all'ombra del suo amato vulcano strombolano registriamo una nota della Federalberghi delle Eolie a firma del suo presidente Christian Del Bono.
"A mesi di distanza dall'incontro di Roma con il Ministro Matteoli e dalle promesse di mantenimento per il 2009 dell'assetto collegamenti marittimi previsto negli anni precedenti- scrive Del Bono- ci ritroviamo a fare i conti con quei disagi preannunciati e che pian pianino, assieme alla crisi economica, stanno contribuendo ad erodere sempre più i margini di guadagno degli operatori turistici e le aspettative di qualità della vita degli abitanti delle isole minori.
Alle Eolie si continua ad oscillare tra un piano a 2 e 4 aliscafi rispetto al piano a 5 previsto. L'eliminazione della nave veloce sulla direttrice Milazzo-Vulcano-Lipari e il ridimensionamento delle navi per Napoli - da 3 a 1 solo mezzo, in grado di garantire 2 sole corse settimanali - rischiano direndere le Eolie sempre meno concorrenziali sul mercato globale.
Il costo dei trasporti e la lungaggine dei tempi di collegamento riescono troppo spesso a spingere i visitatori verso destinazioni magari meno belle, molto spesso meno ricche di valenze culturali e naturalistiche ma in grado di offrire collegamenti certi e rapidi, a tariffe decisamente inferiori.
È davvero paradossale che in un anno di crisi come il 2009, sia stata ridotta la dotazione infrastrutturale delle isole minori. Da una parte, non possiamo non apprezzare il contributo alle imprese per i lavoratori a tempo indeterminato, fortemente voluto dal Presidente dell'URAS Nico Torrisi, e auspichiamo che questo possa essere esteso anche a quelli a tempo determinato, che rappresentano la stragrande maggioranza degli addetti all'industria turistica. Dall'altra parte però, simili misure, rischiano di diventare gocce in un oceano di difficoltà, se si continuano a minare lebasi dell'economia di questi territori diminuendone il grado di accessibilità.
Ringraziamo il Presidente Napolitano per aver scelto la Laurana, miracolosamente mantenuta in servizio sulla tratta Eolie-Napoli, come mezzo di trasporto per la sua vacanza alle Eolie. Dobbiamo invece ribadire che le scelte del governo hanno portato Tirrenia e quindi Siremar a ridurre il numero di corse anche su tale tratta, tanto da renderla del tutto insufficiente sia a soddisfare la domanda per cabine e posti auto nei periodi di alta stagione sia a garantire la normale affluenza dei gruppi nei mesi di bassa stagione sia a garantire la mobilità degli abitati, soprattutto quelli delle isole di Panarea e Stromboli, nei periodi invernali".
Christian Del BonoPresidente
FEDERALBERGHI ISOLE EOLIE
Data notizia 06/08/09 a cura di Salvatore Sarpi