Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

venerdì 2 ottobre 2009

Calandra...ci risiamo. Si continua a scherzare con il fuoco...anzi...con la pomice

L'ennesimo evento meteo "eccezionale" (eccezione ormai sempre più regola, purtroppo) ha riprosto i "soliti" problemi sul Torrente Calandra di Canneto. Con il "solito" materiale pomicifero sceso sin sulla strada, con il "solito" intervento della squadra di protezione civile che ha lavorato ininterrottamente dalle 7 alle 9 e 30 di stamani.
Eppure tutto tace. Evidentemente quanto evidenziato una quindicina di giorni fà dal dottor Domenico Russo "l'esaurimento delle risorse finanziarie, già dai primi mesi dell'anno, stanziate nel 2009 per le somme urgenze hanno impedito agli uffici diretti dal sottoscritto qualsiasi forma di intervento per lo svuotamento delle vasche di calma sia di Calandra che del Torrente Ponte" non ha trovato soluzione.
Trattandosi di un chiaro ed evidente problema di protezione civile non si può pensare di effettuare lo svuotamento della "vasca di calma" (costata fior di quattrini) con i fondi del ticket? Oppure si attende che accada qualcosa di irreparabile?
I tragici eventi di queste ore a Messina serviranno da lezione o no?
A tutti, e quuindi non solo all'amministrazione comunale, inoltre, ricordiamo la drammatica situazione (ci dicono peggiorata dopo le ultime piogge) dell'intera area di Porticello