Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

martedì 29 settembre 2009

Viaggio del 24 settembre sul "Lipari Island". "Tariffe varianti da soggetto a soggetto". Ci scrive Lucia Favaloro

Riceviamo da Lucia Favaloro e pubblichiamo:
Il 24 settembre dovendo andare a Messina per motivi di salute ho avuto la disavventura di assistere a fatti veramente incresciosi.
E' gia' increscioso che mezzi che stipulano una convenzione con la regione diano forfait per avverse condizioni meteomarine(?!).
Ancora piu' deleterio ,che un mezzo destinato al turismo ,non so sino a che punto legittimamente,decida di viaggiare sulla tratta Lipari,Vulcano,Milazzo.
Alcuni giovani marinai del mezzo della ditta Merenda Navigazione a terra mi comunicavano che il costo del biglietto sarebbe stato 20 /25 euro. Ma a bordo di questo mezzo che si autoincaricava delle mansioni di pubblico servizio,la bigliettazione avveniva in modo alquanto strano. Nulla da dire che presumibilmente il comandante ospitasse gratuitamente alcuni viaggiatori. Si tocca il fondo con le tre o quattro categorie di biglietto che essendo la tipologia del servizio unica e gli ambienti talmente ristretti rispondevano ad una classificazione soggettiva del comandante.Infatti avevamo:
TURISTI 50 euro;
RESIDENTI SIMPATICI 20 o 25 EURO
RESIDENTI COSI' COSI' 30 EURO
RESIDENTI ANTIPATICI 40 EURO.
E ancora di piu' si perfora il fondo raggiunto con la gabbia di bigliettazione, quando, come da comunicazione ricevuta prima di imbarcarmi, ho consegnato 20 euro. Il comandante,invece, inveisce ed urla contro di me che se non avessi pagato 40 euro mi avrebbe sbarcato a Vulcano svergognandosi o, secondo lui, svergognandomi di fronte a tutti i malcapitati che condividevano questa triste esperienza.
Ma la solidarieta' eoliana dovè?
Rimane solo la ricerca del facile,piratesco arricchimento e della cafonaggine gratuita che impera come principio primario e viene ostentato anche di fronte ai turisti che sicuramente non vorrano ripetere l'esperienza.
L'eoliana antipatica da 40 euro Lucia Favaloro.
P.S. il biglietto consegnatomi recava una vistosa correzione da 20 a 40 euro ,non capisco come la societa' puo giustificare fiscalmente parlando biglietti diversi a fronte di un unico servizio reso