Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

domenica 27 settembre 2009

"Ricominciamo da dove abbiamo finito?". Lettera aperta di capitan Currò ai ragazzi della Ludica Lipari

Abbiamo ricevuto e pubblichiamo una lettera aperta che capitan Fabio Currò ha indirizzato ai ragazzi della Ludica Lipari prima dell'inizio di questa nuova avventura che parte oggi con la trasferta di Alcara Li Fusi. Il Testo:
Questa e’la prima volta da quando gioco a calcio che scrivo una lattera per i miei compagni e lo faccio con orgoglio e con l’entusiasmo di un ragazzino alla sua prima partita,sperando che chi leggera’queste righe provera’cio’che sto provando io adesso.
Perche’lo faccio? Non lo so di preciso.
Sara’perche’sento che questo potrebbe essere il mio ultimo campionato da calciatore(sono ormai vecchietto….)... sara’ perche’da qualche anno sono il vostro capitano e come tale spetta a me il compito di dare qualcosa in piu’……o forse semplicemente sara’la voglia di esprimere a voi ragazzi e ai nostri due mister la mia gratitudine per avermi ridato quell’entusiasmo che temevo di aver perduto.
Penso al nostro primo giorno di preparazione,un mese fa: al caldo infernale di quei pomeriggi,alle nostre ripetute in pista….. penso alle imprecazioni(bonarie….) rivolte a Fulvio e Franco, al fiatone che ci piegava in due(a me anche in tre…!)dopo ogni interminabile corsa attorno al campo… alle piaghe nei piedi e all’i-pod nelle orecchie. Ma penso anche ai sacrifici che ognuno di noi ha fatto per esserci,per partecipare e condividere momenti che reputo indimenticabili. Momenti in cui ognuno di noi ha dato il massimo di se’ e lo ha fatto solo per il gusto di farlo,per la passione che ci lega a questo sport che tanto amiamo,il calcio. Senza altri scopi,senza chiedere nulla in cambio se non un sorriso o una pacca sulla spalla.
Oggi comincia per noi una nuova avventura,dopo l’esaltante promozione dello scorso anno e vorrei tanto che tutti,io in testa,ci vestissimo di umilta’ e andassimo incontro ad ogni avversario col massimo rispetto ma, al contempo, gonfi d’orgoglio e consapevoli delle nostre immense capacita’.
Camminiamo a testa alta e guardiamo chi ci sta davanti dritto negli occhi,perche’non abbiamo niente da invidiare a nessuno e solo noi sappiamo cosa vuol dire giocare a calcio a Lipari, dove mancano contributi e strutture per i giovani(non le critiche,quelle ci sono sempre in abbondanza….)ma non manca la voglia e il desiderio di primeggiare.
Perche’e’facile vincere nella ricchezza e negli agi,ben altra cosa e’farlo la’dove nessuno ti regala niente.Personalmente sento dentro sensazioni positive,conosco il valore di ognuno di noi e so che in campo(e fuori….)daremo tutto,come abbiamo sempre fatto.
I nostri due mister,Fulvio e Franco,che mi permetto di chiamare per nome perche’sono amici prima che allenatori,si sono fatti in 4 per portarci ad una condizione accettabile(grazie….).
Attorno a loro altre persone,il presidente Peppe Cirino in primis, hanno fatto in modo che tutto fosse pronto e in regola… Adesso tocca a noi!E ricordate sempre che in campo non scendono 11 giocatori, ne’18 ne’24,ma una citta’intera…
E allora,FORZA RAGAZZI,il nostro nuovo sogno e’appena cominciato!
Con affetto
Fabio