Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 28 luglio 2012

Premio CineMareMusica domenica 29 luglio 2012 a Salina, Isole Eolie

Alla legalità e all’impegno civile di due donne italiane viene dedicata la serata di chiusura del Salina Festival 2012, domenica 29 luglio alle ore 20 in Piazza a S.Marina Salina, con la consegna del Premio CineMareMusica a Rita Borsellino e Maria Falcone "Per aver raccolto e dato continuità alla diffusione della cultura della legalità, attivata dai rispettivi indimenticabili fratelli Paolo Borsellino e Giovanni Falcone". L’incontro guidato e moderato dal giornalista Alberto La Volpe si concluderà con l’assegnazione del Premio, un riconoscimento ideato e fortemente voluto dal direttore del Festival Massimo Cavallaro e dedicato ai personaggi della cultura, dello spettacolo, della società civile che hanno saputo portare nel mondo un’idea diversa di Sicilia. Un riconoscimento che nelle precedenti edizioni ha portato a Salina Franco Scaldati (2011), Marcello Sorgi (2010) Antonio Presti (2009), Paolo e Vittorio Taviani (2007) e Francesco Alliata (2006).
Si chiude così la sesta edizione del Salina Festival che dal 24 al 29 luglio 2012 ha trasformato le piazze e le strade di Salina in suggestivi teatri naturali nei quali si sono alternati spettacoli di musica, cinema e poesia affiancati dall’esposizione a cielo aperto della mostra di arte pubblica “sguardi”, ideata e prodotta per Salina Festival protagoniste due gigantografie (4x4 m) di Ritratti d’arte realizzati da Peppe D’Urso (Salsedine) e Bruna Rotunno (Faraway close faces).
Cinque giorni “ecosostenibili” - certificazione ambientale RECS realizzata da Multyutility* - che hanno visto esibirsi Sicilia Art Company gruppo musicale che presenterà “Serenate” [24 luglio, Faro, Lingua ore 19.30], una miscela di sonorità che accendono il dialogo tra la tradizione popolare/colta siciliana e una tra le pagine più struggenti della tradizione sudamericana. Ancora musica d’incontro con due progetti musicali originali realizzati in esclusiva per Salina Festival e presentati in anteprima nelle serate del 25 e 28 luglio 2012: Bacabà Trio [25 luglio, Lingua ore 22.00] trio jazz con un repertorio cha spazia dai classici sudamericani alle composizioni originali in una equilibrata rielaborazione moderna e Cous Cous Cous [28 luglio S.Marina Salina, Piazza ore 22.00], band etno-pop con tre “voci” di nazionalità Italiana, Africana e Palestinese che affronta per la prima volta un suggestivo viaggio musicale attraverso l’Italia, il Senegal per arrivare fino nella profonda Palestina nel segno della multiculturalità e del dialogo e degli incontri tra i Popoli.
Arte, musica e cinema con la proiezione di due documentari che ben rappresentano e raccontano storie di incontri, incroci, contaminazioni musicali nel mondo: L’uomo che sconfisse il boogie, documentario firmato da Davide Cocchi [24 luglio] che ripercorre la “rivoluzione culturale” innescata dal liscio di Secondo Casadei nell’Italia del dopoguerra, arrivando a competere e poi superare la dilagante passione per il sound americano, in primis quella del boogie; e Sound and silence, di Peter Guyer and Norbert Wiedmer, Un affascinante viaggio nel mondo di uno dei più importanti produttori musicali Manfred Eicher, fondatore dell’etichetta ECM, capace di far comunicare artisticamente, senza retorica, l’Occidente e l’Oriente.
Spazio anche alla poesia con l’originale performance “Antao” di Maria Attanasio, poetessa, Nino De Vita, poeta e Massimo Cavallaro, qui nella veste di musicista. Una serata tra note e parole giocate su di una partitura scritta nel segno del contrappunto e dell’interplay [ 27 luglio]
Salina Festival è ideato, diretto da Massimo Cavallaro con il contributo dei Comuni di Santa Marina Salina e Leni, della Provincia Regionale di Messina e della Regione Sicilia assessorato turismo sport e spettacolo.
Gemellato con Signs of Change Film Festival 2012 di New York quest’anno rientra tra le iniziative promosse dall’ONU per il conseguimento degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio, in particolare per la promozione di nuovi processi culturali nell'area mediterranea.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.