Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

domenica 30 settembre 2012

Cani e civiltà. Segnalazione per il randagismo e proposta operativa (di Mimmo Fonti)

Riceviamo dal ragionier Mimmo Fonti e pubblichiamo
Sin da giovanissimo ho creduto di vivere in un paese civile (Italia, quindi Lipari), dove vengono applicate le leggi, gli usi e le consuetudini locali nel rispetto di una armonia di convivenza civile; ho capito, nel tempo, che è utopico credere nel buon senso collettivo e malgrado il deterrente delle sanzioni penali e amministrative che discendono dall’ applicazione delle leggi, spesso si resta insensibili alla civiltà nel senso più ampio del sostantivo.
Alcuni comportamenti lesivi dei diritti della collettività, talvolta si pongono in essere in buona fede, ne è un esempio quello di confondere l’amore per gli animali con quello di piegarli ai propri voleri nei più disparati modi.
A Lipari, si lamenta il randagismo dei cani, io aggiungerei anche il modo sbagliato di tenerli nei giardini o nei terrazzi delle case, dai cosiddetti padroni,  legati e lasciati a guaire e a farli incattivire.
Come è assurdo che alcuni animalisti si lavano la coscienza portando cibo per strada ai randagi all’interno del centro abitato (vedi situazioni zona Calandra di Canneto) costringendo gli abitanti della contrada a sopportare i guaiti notturni e diurni degli animali e non solo.
Da anni il Comune di Lipari tenta di risolvere il problema, cosi mi si dice, ma senza nessun esito pratico, anzi, il problema è sempre più evidente.
Credo che per senso di civiltà e di civile convivenza io credo che gli animalisti (fai da te) ne gli organi pubblici (con la loro inerzia) non possono imporre agli abitanti di quest’isola di subire questa disgustosa, pericolosa e fastidiosa situazione.
Propongo di realizzare un canile comunale in area idonea, di affidarlo a degli animalisti, assicurando il sostegno per il cibo e le cure del caso per gli animali ed un recupero spese per chi se ne occupa,  di avviare con celerità una campagna di recupero di tutti i cani randagi su tutto il territorio comunale, di sterilizzare le cagne. Propongo inoltre di far microcippare ogni animale tenuto nelle abitazioni private anche per essere certi che sono curati adeguatamente ( ovvero che vengano garantiti i parametri igienico sanitari per gli esseri umani),  impartire delle direttive perentorie ai loro padroni per eliminare i noti fastidi agli animali e agli abitanti vicinori. 
Il problema non è rimandabile, sempre con più insistenza ci sono segnalazioni allarmanti  non solo da parte dei residenti ma anche della “famosa” utenza turistica che certo non immagina di condividere le notti eoliane con i latrati dei cani.
Mimmo Fonti

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.