Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

lunedì 13 settembre 2010

Cambio alla Sovrintendenza del mare. Lascia Tusa arriva Gini

Doppio, reciproco, cambio di guardia fra la Soprintendenza del Mare, dove oggi si e' insediato Giuseppe Gini - che aveva retto la sede di Trapani - e Sebastiano Tusa, che lascia Soprintendenza del Mare e va a Trapani.
"Rivendico il diritto del mare Mediterraneo, storico luogo di scambi culturali ed economici tra i popoli che vi si affacciano, ad essere salvaguardato da ricerche petrolifere e da sfruttamenti impropri, che potrebbero causare danni irreversibili sia alle storiche risorse ambientali e naturali che ai territori costieri".
Con queste parole si e' insediato oggi alla Soprintendenza del Mare, Giuseppe Gini, che ha aggiunto: "Avviero' per l'assessorato regionale dei Beni Culturali e dell'Identita' siciliana, insieme a tutte le nazioni che vorranno aderire, la proposta di far dichiarare dall'Unesco il mare Mediterraneo 'Patrimonio dell'Umanita'".
Gini, inoltre , ha annunciato la creazione di un nuovo circuito museale dedicato al mare, dove troveranno dimora tutti i preziosi cimeli che il mare sta restituendo, grazie agli sforzi compiuti in questi anni dai ricercatori siciliani.
Congedandosi dalla Soprintendenza del Mare, Sebastiano Tusa, ha voluto offrire un ultimo contributo della storia della Sicilia e delle sue tracce in mare. "Continuero' a farlo d'ora in poi - ha assicurato Tusa - nelle terre del Trapanese" "Dal 1 agosto al 6 settembre 2010 - ha spiegato Tusa - la Soprintendenza del Mare della Regione siciliana e la Fondazione statunitense RPM Nautical Foundation, diretta da George Robb, hanno condotto la campagna di ricerche strumentali 2010 nelle acque prospicienti le isole di Levanzo, Favignana e Marettimo, nell'arcipelago delle Egadi. Anche queste ricognizioni sono state coronate da successo poiche', oltre ad un considerevole numero di reperti di anfore e resti di velivoli militari collocabili al secondo conflitto mondiale, e' stato posizionato e recuperato un rostro in bronzo, il terzo nelle acque delle Egadi".
"Alla fine della campagna di ricerche - ha proseguito Tusa - la scoperta di un terzo rostro a Nord-Ovest di Levanzo, conferma ormai in via definitiva la teoria sulla localizzazione dello scontro tra Cartaginesi e Romani in questo luogo (e non a Cala Rossa di Favignana), nel fatidico giorno del 10 marzo del 241 a.C.
quando si decisero definitivamente le sorti della prima guerra punica a favore dei Romani".

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.