Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

giovedì 27 agosto 2009

La rete e i pesci che abboccano. La signora Miracula risponde a Turcarelli

Riceviamo dalla signora Anna Miracula e pubblichiamo:
E’ proprio vero, tu getti la rete e i pesci abboccano.
Rileggendo la mia lettera-sfogo di ieri non mi è sembrato di aver nominato qualcuno, evidentemente però , com’ è successo tempo fa con un altro consigliere anche stavolta qualcuno si è nuovamente punto nel suo amor proprio.
Onestamente alcune affermazioni del signor Turcarelli, che si è sentito in dovere (ma chissa poi perché?)di replicare alla mia lettera, lasciano il tempo che trovano, alcune invece sono insidiose e provocanti.
Rispondo allora al signor Turcarelli, allegando anche il mio ALBERO GENEALOGICO in modo che possa controllare la mia parentela esistente sull’isola di Lipari e fuori dalle isole ed essere a conoscenza del fatto che non ho né parenti, né amici che abbiano o abbiano avuto a che fare sia con l’attuale amministrazione che con strutture pubbliche.
Vorrei consigliare al Sig. Turcarelli, così esperto nel dare lezioni di vita e di savoir- faire politico agli altri , di riflettere prima di fare qualsiasi affermazione di questo genere.
Di certo non è a Lei he devo dare spiegazioni sul perché non sono intervenuta nella questione spinosa della chiusura della stradella vicina al Gattopardo, di certo la cosa che ho pensato è che si è trattato dell’ennesimo abuso di potere ai quali ormai forse e dico anche purtroppo ci stiamo abituando.
Se Lei avesse letto con attenzione i miei precedenti appelli , non vi è mai stata l’intenzione e la richiesta della chiusura della stradella di Forgia Vecchia, ma solo un rispetto e una manutenzione maggiore dato che si tratta di uno dei punti panoramici più belli dell’isola di Lipari, che da anni versa in uno stato pietoso e per la quale nessuno negli ultimi decenni ha mai mosso un dito.
Vorrei raccomandarLe inoltre,in merito alla battuta fatta sul possibile schieramento alle prossime elezioni, che queste battute ironiche , se di questo si è trattato, possono essere fraintese, soprattutto nel contesto politico in cui viviamo attualmente, perciò la prossima volta risparmi il lato sarcastico e dia lo stesso consiglio ai suoi amici politici.
Per quanto riguarda la schiettezza nell’esprimere le idee su questa attuale amministrazione, può darsi che Lei sia migliore di me, ma Le ricordo che non sono io che frequento assessori e consiglieri e non sono io che in questo momento sta rinnegando il movimento politico a cui appartiene, MA E’ LEI.
Fortunatamente sono cresciuta in una famiglia con dei principi sani e una di queste è il rispetto e la dignità , leccare il sedere al politico di turno o attendere di avere un parente assessore per poter avere uno straccio di lavoro non è mai stata la mia aspirazione maggiore, e nemmeno chiedere favori , perché fino ad ora mi sembra di non aver chiesto nulla di più di quanto si possa ottenere con i propri diritti.
Mi sento cittadina di Lipari, delle Eolie, come tutti quanti e mi dispiace che la nostra generazione, ritenuta dai ns avi, la speranza e il futuro, si sia tristemente ridotta a dover abbassare la testa e a far finta di non vedere in quale stato vegetiamo.
Cordialmente
Anna Miracula