Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

giovedì 29 novembre 2012

REGIONE. LA “FEBBRE” SALE A 41: ACCORDO DI MAGGIORANZA, SI TRATTA

di Giuseppe Bianca -

Crocetta attende le dimissioni di Patrizia Valenti. Non vorrebbe arrivare alla revoca. Per la sostituzione  pensa ad un’altra  donna.  Di “area”.  Su questa linea indietro non si torna.
Il pallottoliere della maggioranza è fermo a quarantuno.Su Ardizzone convergeranno gli altri  di Cantiere Popolare.  Da qui a giovedì qualcosa di altro D’Alia e Lupo s’inventeranno, esorcizzando strani scherzi.   Ma con questo tipo di schema, si elegge  Ardizzone alla Presidenza dell’Ars,  ma non si va lontano, né si fa strada. E per questo che andranno presto sul tavolo delle trattative, destinate a diventare serrate, le singole inizative  di chi  andrà a trattare per sè e per piccoli gruppi. Ogni goccia in questo momento potrebbe essere vitale. Il passaggio di Lo Giudice sarà solo il primo, ma Crocetta rilancia con ciascuno. Non tratta. Non fa mercato. Vuole resistere ed imporre il suo schema. Non sarà facile.
In questa fase che  non porta ad esiti che non siano sotto traccia, ci sono più spettatori che attori.L’accelerazione è prevista per venerdì, al più tardi a fine settimana, anche se qualcuno, tra le righe osserva che il Presidente è un po’ distratto dalla nascita della sua”creatura”  politica. Distrazione forse non casuale , o forse  contestuale.  L’accordo che dovrà portare infatti alla maggioranza d’aula, riguarderà fatalmente le commissioni,  in particolare le presidenze. Movimento per il territorio ha dichiarato in maniera garbata, ma esplicita, che occorre un coinvolgimento  ed un ragionamento ampio,  che vada al di là della presidenza di  Ardizzone. Ma dove dovrebbero pescarsi i volontari dell’allargamento?  Fin troppo facile cercarli tra i delusi di Grande Sud e del Pdl. La sovrapposizione con le primarie del PD e le ambasce in cui si è venuto a trovare Alfano non aiutano.   Le trattative tra poco cominceranno ad essere febbrili e corali. D’Alia e Lupo, lo sanno bene. Ma non solo loro.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.