Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

mercoledì 28 novembre 2012

"I mari italiani sono troppo caldi. Aspettiamoci altri nubifragi"

Alluvioni, trombe d'aria, grandine. Il maltempo si abbatte sull'Italia. "Colpa della scorsa estate da record: aspettiamoci eventi ancora più violenti rispetto al 2011. E poi un inverno con freddo polare". Lo spiega ad Affaritaliani.it il colonnello Mario Giuliacci. "In autunno le perturbazioni atlantiche arrivano sui nostri mari, da cui assorbono calore e vapore, e si trasformano in tempeste tanto più intense quanto più calda è l'acqua: ora siamo due gradi sopra la media" Flop dei meteorologi nelle previsioni? "I modelli fisico-matematici ancora non individuano i luoghi esatti dove si abbatteranno i nubifragi. Possiamo solo indicare le macro-regioni con 4-5 giorni di anticipo. La Protezione Civile deve essere pronta a intervenire in 24 ore".

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.