Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

mercoledì 18 febbraio 2009

Trasporti/ Siremar,Apprendi(Pd): Assordante silenzio di Berlusconi.Sottratti a Sicilia fondi Fas per rimpinguare casse Tirrenia

"Sono disgustato dall'approccio che il governo nazionale, con il silenzio complice della Regione, mantiene sulla vicenda Siremar. Ci hanno sottratto i fondi Fas per rimpinguare le casse della Tirrenia. E i tagli alla Siremar sono il pacco regalo che Tremonti e Matteoli hanno donato al presidente Lombardo".
Lo dice il deputato del Pd, Pino Apprendi che ha partecipato all'incontro con i sindaci delle isole minori che si è svolto in commissione attività produttive e che aveva preso parte al vertice convocato a Roma, nei giorni scorsi, dal ministro Matteoli. "Il federalismo fiscale che stanno progettando - continua Apprendi - non poteva nascere sotto auspici migliori. Al di là del buonismo di facciata, la vicenda è finita in un vicolo cieco e a farne le spese saranno i cittadini delle isole minori". "La vicenda - conclude Apprendi - dimostra come al governo nazionale delle isole minori siciliane non importi nulla. Ma ciò che dispiace oltre misura è che il governo regionale non le saprà, neanche in nome di un'alleanza politica che ben presto mostrerà ai siciliani i suoi amari frutti. Il pianista del Titanic suona ancora, mentre i primi pezzi della Sicilia stanno affondando".