Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

martedì 23 luglio 2013

Impianto pre-trattamento liquami di Lipari. Cinque avvisi di garanzia

Nell'inchiesta legata all'impianto di pretrattamento liquami di Santa Catterina a Lipari sono stati emessi dal sostituto procuratore Giorgio Nicola, 5 avvisi di garanzia.
Lo si legge sulla Gazzetta del sud di oggi in un pezzo a firma di Leonardo Orlando. 
Gli avvisi sono stati emessi per l'ex sindaco Mariano Bruno, per l'attuale primo cittadino Marco Giorgianni, per il dottor Domenico Russo ex dirigente comunale del IV settore, per il dottor Stefano Blasco già dirigente nel periodo 1 gennaio 2011 e 31 dicembre 2012 dello stesso settore; l'imprenditore milazzese Rosario Gitto al quale è affidata la manutenzione dell'impianto.
Gli avvisi arrivano a conclusione delle indagini preliminari effettuate dai Carabinieri della compagnia di Milazzo, della locale stazione e dei reparti speciali del Noe di Catania e che lo scorso 10 maggio hanno portato al sequestro dell'impianto. 
L'accusa è di inquinamento e omissione di atti d'ufficio. Trattandosi di un reato permanente qual'è tipicamente quello ambientale nell'inchiesta sono incappati coloro che si sono avvicendati nelle cariche politiche e negli incarichi di dirigente nel corso degli anni Ai sindaci e ai dirigenti che si sono avvicendati si contesta anche il reato 677 comma 3 del codice penale , perchè omettevano di provvedere ai lavori necessari a rimuovere il pericolo derivante dalle problematiche strutturali dell'edificio contenente l'impianto.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.