Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

venerdì 26 luglio 2013

“EOLIE, DONNE E CULTURA”: APPUNTAMENTO STASERA ALLE 20:00 AL CASTELLO – CHIESA DELL’ADDOLORATA CON “ISOLE D’ARTE: DALL’ARCHITETTURA AL TEATRO, DALLA MUSICA ALLA PITTURA”

Cambio di scena questa sera per “Eolie, Donne e Cultura”: la rassegna organizzata dal Comune di Lipari, in collaborazione con la Consulta Comunale Giovanile, lascia Marina Corta per accogliere i suoi ospiti un’altra location d’eccellenza, il suggestivo sagrato della Chiesa dell’Addolorata (Castello di Lipari), cornice perfetta per raccontare le “Isole d’Arte: dall’architettura al teatro, dalla musica alla pittura”.
Ospiti di questo nuovo appuntamento, introdotti da una lettura tratta da Liolà, a cura della Compagnia teatrale “Il Piccolo Borgo Antico”,
- l’Architetto Laura Natoli che illustrerà l’affascinante “Progetto del colore alle Eolie”
- la Storica dell’Arte Magda Ziino, specializzatasi a Palermo con una tesi sugli argenti della Cattedrale di San Bartolomeo e grande conoscitrice del patrimonio storico-artistico delle Eolie, interverrà su “Storie di una Cattedrale e delle Chiese Mariane del Castello”
- la Regista Tindara Falanga, ci farà scoprire “La funzione sociale del Teatro nelle Isole Eolie”
- Infine, una sorpresa: l’autore Davide Cortese, presenterà e proietterà il suo “Mahara”, cortometraggio premiato dal Maestro Ettore Scola alla prima edizione di “Eolie In Video” e che da poco ha ottenuto un importante riconoscimento al LagoFilmFest di Bracciano (Roma).
Teatro, storia, architettura, arte, musica, poesia, cinema…saranno gli ingredienti di un’altra nuova serata a cui i cittadini e i numerosi turisti sono invitati a partecipare.
E una grande serata anche quella di ieri dove la regista Giovanna Taviani, il preside dell’Istituto Comprensivo Lipari 2 prof. Renato Candia e Francesco D’Ambra “Figlio d’oro”, hanno presentato il progetto “Ragazzi all’Opera”, realizzato nell’ambito del POR Sicilia FSE 2007/2013, ed immortalato nel documentario diretto dalla stessa Taviani, con protagonisti i ragazzi che ne hanno preso parte.
Determinate e determinanti le parole del preside Candia nell’affermare che la scuola non può più essere ridotta al solo studio ma nel rapporto inscindibile con le famiglie e il territorio tutto, vuole essere un aiuto, una risposta ai bisogni educativi e alle esigenze dei suoi alunni: a questo servono i progetti, a migliorare l’ambiente dell’apprendimento, a promuovere i rapporti umani innanzitutto, i rapporti sociali e con le istituzioni; una scuola – quella raccontata dai tre relatori - che, attraverso “Ragazzi all’Opera”, ha aperto una nuova dimensione della cultura e della conoscenza che passa attraverso la scoperta di attività come il gioco, la musica, il teatro, il cinema fino anche alle immersioni subacquee perché come racconta con spiazzante semplicità, all’interno del documentario, una ragazzina di scuola media, “abbiamo imparato che il mare e la natura fanno parte di noi e conoscerli da vicino ci aiutano anche a difenderli” .

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.