Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

mercoledì 7 aprile 2010

Laurana = Odissea. Nel viaggio Napoli-Eolie accade di tutto

Viaggio - odissea per trentacinque passeggeri del traghetto "Laurana" della Siremar. Il traghetto, la cui partenza da Napoli era prevista per le 20 in direzione Eolie, è partito dal capoluogo campano soltanto alle 5 del mattino per arrivare a Lipari solo intorno alle 19 di stasera.
Un problema, sembrerebbe all'ancora, rimasta incastrata sotto un'altra ancora di un altro mezzo di linea, ha impedito che la nave potesse mollare gli ormeggi.
Durante la "sosta forzata" a Napoli un uomo, presumibilmente con problemi di salute, si è anche gettato in mare ed è stato salvato dalla guardia costiera allertata dai marittimi.
La situazione più incredibile ha riguardato cinque persone dirette a Filicudi e che, visto l'orario d'arrivo, non avrebbero trovato la coincidenza a Lipari.
La Siremar, piuttosto che pagare un albergo e una cena a Lipari, ha proposto ai cinque di pernottare a Milazzo (prossima tappa del viaggio) a bordo del mezzo e poi imbarcarsi domani sul traghetto diretto a Filicudi.
Ovviamente è scattato il malcontento e le proteste si sono sprecate.