Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

lunedì 14 maggio 2012

Authority, nel mirino Ministro e Regione

Gazzetta del Sud- Lucio D'Amico
Messina
Dopo l'accordo trovato sul nome del capitano di vascello Antonino De Simone, in settimana la Commissione trasporti della Camera dovrebbe ratificare il nulla osta alla sua nomina a presidente dell'Autorità portuale di Messina e Milazzo. Un passaggio tormentato, giunto al culmine di un percorso che ha visto contrapposti il Governo nazionale, la Regione siciliana e gli enti locali della città e della provincia. La scelta del ministro delle Infrastrutture Corrado Passera, alla fine, è ricaduta sul napoletano De Simone (è originario di Meta di Sorrento) sia perché ha alle spalle un curriculum sicuramente notevole sia per la sua vicinanza agli ambienti ministeriali. Dal 2005 De Simone vive di fatto al ministero delle Infrastrutture, è inserito alla perfezione nei meccanismi burocratici, mantiene stabilmente i rapporti con le commissioni parlamentari e gode della fiducia piena del Comando delle Capitanerie di porto.
Ma la decisione di Passera e il distinguo operato dal presidente della Regione siciliana (Lombardo ha inserito De Simone nella terna ma ha dichiarato di aver indicato in via prioritaria due messinesi, Tommaso Santapaola e Giovanni Zuccalà, lasciando dunque al ministro la responsabilità della scelta del candidato napoletano) continuano a far discutere nella città dello Stretto. È stato l'assessore provinciale Michele Bisignano a sollevare il dubbio che in questa partita la posta in palio sia molto più alta e riguarda la possibile soppressione e l'accorpamento delle Autorità portuali del Sud, con gravi conseguenze sul ruolo strategico di Messina e Milazzo. Il Movimento popolare di liberazione, su questi temi, ha indetto una manifestazione pubblica, convocata alle 17 a piazza del Popolo, invitando la deputazione nazionale e regionale. «Chi ha dato legittimazione alla scelta di Passera è stato proprio Lombardo – scrive Giovanni Frazzica –, che ha indicato De Simone nella sua terna. Poi, la scelta del ministro è diventata da tecnica a politica»

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.