Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

martedì 15 maggio 2012

Protesta contro la vivisezione

Domani 16 Maggio in molte città italiane protesta contro green hill  e per dire STOP AI TEST SU ANIMALI!

Io penso che gli uomini saranno uccisi e torturati fino a quando gli animali saranno uccisi e torturati e che fino allora ci saranno guerre, poiché l’addestramento e il perfezionamento dell’uccidere deve essere fatto moralmente e tecnicamente su esseri piccoli. Penso che ci saranno prigioni finché gli animali saranno tenuti in gabbia. Poiché per tenere in gabbia i prigionieri bisogna addestrarsi e perfezionarsi moralmente e tecnicamente su piccoli esseri.
Edgar Kupfer-Koberwitz
Dopo l'irruzione di un gruppo di attivisti nell'allevamento Green Hill di Montichiari, in provincia di Brescia, per liberare i cani beagle destinati alla sperimentazione, le proteste contro la vivisezione non accennano a placarsi.
Milioni di animali ogni anno vengono torturati e uccisi per la vivisezione. Circa 900.000 in Italia nel 2012. E' auspicabile che questo massacro sia vietato al più presto,.
Il settore che incide maggiormente è sicuramente quello dei test obbligatori per legge per la commercializzazione dei farmaci e in generale delle nuove sostanze con le quali gli esseri umani potranno venire a contatto. Sul totale sono almeno il 70%, quindi in Italia quasi 600.000 animali vengono sacrificati ogni anno in nome della scienza. Non dimentichiamoci, però, che sono testati sugli animali anche i cosmetici, i prodotti per l'igiene della casa e della persona, i pesticidi e persino le armi chimiche. Con buona pace del vuoto slogan che la vivisezione serve per salvare vite umane.
Si possono acquistare prodotti con certificazione ICEA, che aderiscono allo standard europeo e riportano la scritta: "STOP Ai TEST SU ANIMALI" , questo garantisce che l'azienda non utilizza e non finanzia la vivisezione. Tutte le altre diciture: Prodotto non testato su animali, prodotto finito non testato su animali, dermatologicamente testato, clinicamente testato, ecc. sono fuorvianti, in quanto non garantiscono che i componenti siano stati testati su animali.
Per chi è contro questa pratica è importante sapere che moltissime multinazionali ed associazioni che si occupano di ricerca finanziano la vivisezione. Facciamo dunque una scelta consapevole e coerente con i nostri principi: devolviamo il nostro 5xmille a chi non finanzia gli esperimenti su animali.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.