Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

martedì 27 ottobre 2009

EOLIE PATRIMONIO DEL MONDO . . . “e del punteruolo rosso” (di Gustavo Conti)

EOLIE PATRIMONIO DEL MONDO . . .
“e del punteruolo rosso”
….ormai a Vulcano, dalla prima moria di palme, il punteruolo rosso delle palme ha preso a “sciamare” copiosamente come se fosse un maggiolino. Infatti vola tranquillo intorno a noi e può capitare di trovarselo anche dentro casa.
Dal primo segnale di allarme di .giorni addietro, molte altre piante sono palesemente colpite e dimostrano la velocità di diffusione del coleottero. La voracità delle larve, che si nutrono appunto della parte basale delle foglie della pianta, è sorprendente, ed è tale che dalla sera alla mattina si trovano cadute, e/o piegate, le grandi foglie delle piante colpite.
Rattrista che nulla stiano ancora facendo le istituzioni preposte ad arginare un simile emergenza; neppure a livello informativo degli abitanti e ciò anche in presenza di precise responsabilità
Non tutti hanno la possibilità di navigare su internet e trovare la copiosa documentazione che molte regioni d’Italia, hanno messo in rete circa il comportamento da avere da parte dei proprietari di palme, sia esse sane che ammalate. A tal proposito riporto l'indirizzo del sito della Regione Campania www.sito.regione.campania.it/AGRICOLTURA/difesa che in modo essenziale ma completo indica gli interventi di prevenzione e cura delle piante nelle zone dove il punteruolo è già presente.
Il costo dei trattamenti è certamente modesto rispetto allo stesso valore delle piante.
Gustavo Conti