Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 24 novembre 2012

Pavone: “Il Governo ignora la Sentenza della Consulta n.223/12 e i suoi effetti per il precedente sulla trattenuta TFR TFS”

Il Governo non intende versare quanto dovuto ai lavoratori, perché ritiene essere nel giusto. L’Anief per ottenere il versamento da parte dello Stato del 2,69% nel TFS per gli anni 2011/2012 (1000-1.500 euro) per gli assunti ante 2001 (quota di accantonamento del 9,60%) e restituzione del 2,5% di trattenuta TFR per gli ultimi cinque anni (2.500-3.000) per neo-assunti post 2001 (quota accantonamento del 6,91) e analogo versamento, valido per i precari. Ma la cosa più grave è: il Governo dimentica, un passaggio molto importante! Gli effetti della sentenza della Consulta n. 223 /12 non valgono soltanto per il presente ma anche per il passato, come si può evincere dalla recente nota MEF (non ci sono soldi da versare) e dal messaggio dell’INPS (blocco temporaneo al 31 dicembre 2010 del calcolo) a seguito dell’approvazione di un decreto legge che, infatti, destina soltanto 41 milioni di euro per ritornare allo status quo ante, rimborsando soltanto i TFR già liquidati in maniera erronea. Ecco, perché bisogna, assolutamente, ricorrere in caso di resistenza da parte dell’amministrazione.
 L’Anief ha predisposto tutto l’occorrente per la tutela dei diritti spettante ai lavoratori e per il recupero delle somme trattenute in modo non legittimo tramite diffide come prima fase e di un modello di decreto ingiuntivo gratuito per i soli iscritti. 
Prof. Bartolo Pavone (Dirigente Regionale Anief).

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.